30^ Trofeo Sempione – 1^ Prova Corrimilano 2018

30^ Trofeo Sempione – 1^ Prova Corrimilano 2018

Questa mattina le porte dell’Arena Civica di Milano si sono aperte per ospitare i partecipanti al 30^ Trofeo Sempione, prima prova, come da 13 anni a questa parte accade, del Circuito Corrimilano.
Chi ha una figlia/o adolescente, sicuramente conoscerà la canzone di Shade che ci ha fatto compagnia la scorsa estate e che ho utilizzato come risposta a chi mi ha chiesto come fosse andata oggi: “bene, ma non benissimo”.
Le pessime previsioni meteo della vigilia si sono del tutto avverate e se l’Arena Civica è un posto fantastico e pieno di fascino nelle giornate “asciutte”, è un incubo con la pioggia, per la mancanza di spazi al coperto che, complici anche altre complicazioni, ci hanno costretto a rivoluzionare per tre volte la logistica optando, alla fine, per utilizzare la palestra sia per la segreteria che per il deposito borse, spostando dal lato opposto il ristoro. Quanti dubbi prima di decidere, però alla fine, complice anche un numero ridotto di partecipanti, il tutto mi sembra abbia retto e le code che temevo si formassero, mi è sembrato siano state fisiologiche.
Condizioni meteo e tante concomitanze di calendario, hanno sicuramente inciso sul numero di finisher che si è fermato a 505, decisamente in calo rispetto alle precedenti edizioni (un po’ meglio era il numero degli iscritti!), ma il colpo d’occhio sulla pista dell’Arena è stato comunque fantastico.
Il percorso di 10 km (un giro di 5 km da ripetere due volte) praticamente tutto disegnato utilizzando i viali all’interno del parco, grazie alla pioggia si è trasformato in un percorso da campestre. All’arrivo ho visto sulle gambe dei partecipanti una quantità tale di fango mai vista nelle prove del Cross per Tutti, nemmeno sommando le 5 prove! Le insidie del percorso hanno provocato qualche caduta, fortunatamente senza gravi conseguenze e fra le vittime, anche Dario Rognoni.
Al termine, fra le impressioni che ho raccolto direttamente o da commenti “rubati” passando fra i concorrenti, la sensazione è che i giudizi fossero decisamente contrastanti: a chi mi ha detto che oggi si è divertito faceva da contraltare chi borbottava con il compagno per le condizioni del percorso.
Partenza puntuale alle 9,30 con il lancio in pista prima di uscire dalla Porta Maratona e immettersi nei viali del parco. Dopo aver visto la partenza e sistemate le transenne sono tornato in palestra per organizzare le premiazioni, e quando sono tornato sulla pista i primi uomini erano già passati dal 5° km e si accingevano a uscire nuovamente per iniziare il secondo giro e ho potuto riconoscere nelle prime posizioni, Dario Rognoni e Loris Mandelli (3° l’anno scoro). Il passaggio delle prime donne invece non me lo sono perso e la piccola folla della quale facevo parte ha applaudito il passaggio in prima posizione di Carolina Sofia Chiralè, gia seconda lo scorso anno.
Il primo a rientrare sulla magica pista dell’Arena è stato Mohammed Morchid, secondo l’anno scorso, che, per un problema con il suo tesseramento, aveva potuto iscriversi solo al 41° Passo del Ciovasso, la non competitiva sulla stessa distanza. Mohammed ha tagliato per primo il traguardo (33’17) ingannando il buon RobertosuperclikMandelli che gli ha riservato una serie di foto come fosse davvero il vincitore. In realtà il primo a tagliare il traguardo è stato Francesco Marino che ha conquistato il 30 Trofeo Sempione in 33’36”.
Alle sue spalle, nonostante la caduta di cui sopra, Dario Rognoni che ha conquistato il secondo posto correndo in 33’45 mentre a completare il podio ci ha pensato Andrea Assanelli in 33’51”. A premi anche Loris Mandelli, quarto in 34’12” e Salvatore Gambino, quinto in 34’18”.
Nessuna sorpresa nella gara femminile con Carolina Sofia Chiralè che ha mantenuto il comando della gara anche nel secondo giro e ha tagliato il traguardo dopo 38’56” di gara. Camilla Corsini, giunta con quasi 3 minuti di distacco (41’03”), si è classificata seconda davanti a una fantastica Roberta Ghezzi, terza in 42’04”.
A premi anche Ilaria Lanzani, quarta in 42’33” e Silvia Marinoni, quinta in 42’43”.
Finito di consegnare le borse e allestito il podio, sono iniziate le numerose premiazioni.
Il prossimo appuntamento con il Corrimilano è per il 15 aprile con la RunDonato.